Le 5 spiagge più belle dell’Arcipelago de La Maddalena

Cala Napoletana

A nord della costa occidentale dell’isola di Caprera si apre un paradiso di sabbia bianca e mare cristallino. E’ il luogo ideale per chi desidera trascorrere una giornata in assoluto relax tra i panorami tipici della macchia mediterranea.
Come arrivare: da La Maddalena, procedere lungo il ponte che la collega a Caprera e svoltare alla fine dello stesso, a sinistra. Quasi alla fine di un rettilineo, occorrerà svoltare a destra in una stradina un po’ curva, che conduce al forte Arbuticci. Da li, prendere la prima stradina dopo quella che conduce al forte e procedere in auto fin quanto possibile. Occorrerà infine procedere a piedi lungo il sentiero che conduce direttamente alla spiaggia. La camminata verrà ripagata con la bellezza di questa piccola spiaggia.

Il Relitto
Oltre che dalla sua sabbia bianca e sottile, è caratterizzata dalla presenza sulla riva di uno scheletro di una nave antica che trasportava carbone fatta arenare dopo un incendio scoppiato a bordo. E’ suggestivo fare il bagno vicino a questi resti in un mare trasparente dal fondale sabbioso attorniati da una vegetazione ricca di macchia mediterranea.
Come arrivare: la spiaggia si trova nella parte meridionale dell’Isola, per prima cosa dovete superare il ponte di Caprera e andare avanti per la strada principale, arriverete ad una pineta, andate avanti fino al secondo incrocio a questo punto svoltate a destra, e proseguite per la strada asfaltata, arriverete in un punto dove avrete il mare su entrambi i lati, qua la strada non sarà più asfaltata, continuate per questa strada arriverete al cancello di Punta Rossa, qua svoltate a sinistra arriverete ad un spiazzo dove potrete parcheggiare il vostro mezzo, Da qui proseguirete a piedi e dopo pochi metri arriverete alla spiaggia

Punta Tegge
Un luogo affascinante e straordinario dominato da una scogliera granitica pianeggiante da cui godere della vista dell’Isola di Spargi e di Porto Rafael. La località di Punta Tegge si trova nella parte meridionale dell’ isola di La Maddalena, l’isola madre, e offre numerose spiaggette con piccole piscine naturali. E’ senza dubbio il posto più intrigante e scenografico dell’isola.
Come arrivare: dal centro di La Maddalena, dirigersi in direzione ovest verso il lungomare di Padule in direzione Nido d’Aquila. Percorrete quest’ultimo per circa un kilometro, giungendo ai parcheggi che troverete sulla sinistra della carreggiata in un piccolo spiazzo a ridosso della spiaggia.
I due mari e Cala Portese
Il mare bagna ambo i lati della strada che attraversa la spiaggia, che ha pertanto due nomi distinti. La spiaggia dei Due Mari vera è propria, è quella più piccola, caratterizzata da un sottile lembo di arenile con sabbia ambrata e qualche masso. Il mare ha un fondale basso e prevalentemente sabbioso. Cala Portese invece, è considerata la spiaggia alle sue spalle di dimensioni nettamente più grandi. E’ caratterizzata da una distesa di sabbia bianca, compatta e finissima, circondata da una florida macchia mediterranea e bagnata da un mare cristallino con un fondale basso e sabbioso, di un bellissimo colore cangiante tra il verde smeraldo e l’azzurro.
Come arrivare: da La Maddalena, dirigersi sull’isola di Caprera percorrendo il ponte che collega le due isole. Procedere diritti sino al secondo incrocio, nel quale svolterete a destra. Procedere dunque ancora dritti fino a che si interrompe la strada asfaltata.

Cala Coticcio
Situata a nord-est dell’ isola di Caprera è una delle più belle in assoluto di tutto l’arcipelago. Cala Coticcio, conosciuta anche con il nome di “Piccola Tahiti”, è caratterizzata da una sabbia bianca e sottile, quasi abbagliante, e da un mare dai colori cristallini incorniciato da scogli di roccia rosata e arbusti tipici della macchia mediterranea.
Come arrivare: Se volete raggiungere la spiaggia a piedi, e non con le imbarcazioni dell’arcipelago, dovrete prendere la strada per Caprera, superare il ponte e procedere verso il monte Tejalone, la vetta più alta dell’arcipelago con i suoi 212 metri di altezza. Da qui proseguite verso lo spiazzo sterrato da dove inizia il sentiero di 2 km verso la spiaggia

You may also like...

Recent Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *